Blog Sidebar Right

Another world

If I have to think of a particularly significant illustrator, an illustrator who best represents the alphabetical development of illustration and its language, then I think of Jean-Ignace-Isidore Gérard (1803-1847), better known as Grandville, whose work I consider to be the constitutive root of different imaginative universes to come. Grandville brings together the distorting heritage of the caricature tradition, which began with Annibale Carracci (1560-1609) in the early 17th century, with Giovan Battista Bracelli (1584-1650) and which can be traced […]

Un altro mondo

Se devo pensare ad un illustratore particolarmente significativo, ad un illustratore che meglio rappresenta lo sviluppo alfabetico dell’illustrazione e del suo linguaggio, allora penso a Jean-Ignace-Isidore Gérard, più noto come Grandville, il cui lavoro ritengo la radice costitutiva di differenti universi immaginifici a venire. Grandville raccoglie quel patrimonio distorsivo della tradizione caricaturale, che si avviò con Annibale Carracci (1560-1609) ai primi del Seicento, con Giovan Battista Bracelli (1584-1650) e che può arretrare sino ai disegni umoristici di Leonardo. Grandville raccoglie […]

A bigger splash by Hokney

I would like to examine David Hokney’s (1937) famous 1967 painting A Bigger Splash, pretending to know nothing about the author’s life and analysing only the formal and chromatic elements in the painting. Convinced that an author of visual texts expresses everything he has to tell us through the grammatical elements of his discipline and that, in Hokney’s case, we find in the painting, within which unconscious elements of his personality, as well as of ours as observers, could also […]

A bigger splash

Vorrei prendere in esame il famosissimo dipinto A bigger splash del 1967 di David Hokney (1937), fingendo di non sapere nulla della vita dell’autore e analizzandone soltanto gli elementi formali e cromatici presenti nel dipinto stesso. Convinto, come sono, che un autore di testi visivi tutto quanto ha da dirci lo esprime tramite gli elementi grammaticali della propria disciplina e che, nel caso di Hokney, ritroviamo nel dipinto; all’interno del quale potrebbero celarsi anche elementi inconsci della sua personalità, così […]

The Altermodern failure

In Radicant, published in 2009, the French art critic Nicolas Bourriaud tries to construct an essayistic path aimed at identifying the new cultural routes that characterize the new millennium, putting it as a response to the current practices of globalizing capital and finding a possible solution in the practices implemented by some contemporary artists. In it he introduces the term Altermodern, indicating the current historical period, whose assumptions date back to the nineties of the previous century. As Bourriaud writes, […]

Il fallimento Altermoderno

Ne Il radicante, edito nel 2009, il critico d’arte francese Nicolas Bourriaud cerca di costruire un percorso saggistico volto all’individuazione delle nuove rotte culturali che caratterizzano il nuovo millennio, ponendolo come risposta alle attuali pratiche del capitale globalizzante e trovando una possibile soluzione nelle pratiche messe in atto da alcuni artisti contemporanei. In esso introduce il termine Altermoderno, a indicazione dell’attuale periodo storico, i cui presupposti risalgono agli anni Novanta del secolo precedente. Come scrive Bourriaud il prefisso ‘alter’ pone […]

Assault on the impalpable (Oops, that’s embarrassing. Get out of the configuration)

I’ve been listening to music since I was a child, I’m not in any way a technician of the subject, my listenings are purely dictated by instinct and sensitivity. Certainly my way of discovering music, compared to the past, has changed considerably, I belong to that generation that grew up with vinyl, who discovered new musical things through radio, magazines and random purchases. I’m talking about the 70s and 80s mostly and part of the 90s. Since my desire to […]

Assalto all’impalpabile (Ops, è imbarazzante. Esci dalla configurazione)

Ascolto musica sin da bambino, non sono in alcun modo un tecnico della materia, i miei ascolti sono puramente dettai dall’istinto e dalla mia sensibilità. Certamente il mio modo di scoprire la musica, rispetto a un tempo, è notevolmente cambiato, appartengo a quella generazione cresciuta con i vinili, che scopriva nuove cose musicali tramite radio, riviste e acquisti casuali. Sto parlando degli anni settanta-ottanta soprattutto e parte dei novanta. Non essendosi sopita la mia voglia di ascoltare sempre nuove cose, […]

Vacuity of the “artist”

Andy Warhol, Brillo Box (Soap Pads). 1964, MoMA   It has happened to me several times, and it will certainly have happened to you too, to run into someone to whom, asking him what work he does, with discouraging naivety, you heard “the artist” answer. Whenever this happens, as far as I am concerned, I feel deep embarrassment and pain for them and an overwhelming desire to run away from them. A self-declaration is therefore sufficient to give role and […]

Vacuità de l’”artista”

Andy Warhol, Brillo Box (Soap Pads). 1964, MoMA   Mi è più volte capitato, e sarà di certo accaduto anche a voi, d’imbattervi in qualcuno al quale, chiedendogli che lavoro svolge, con sconfortante ingenuità, vi siete sentiti rispondere “l’artista”. Ogni qualvolta ciò accade, per quanto mi concerne, provo per costoro profondo imbarazzo e pena e un irrefrenabile desiderio di scapparmene a gambe levate. È dunque sufficiente un’autodichiarazione a dare ruolo e significato alla propria esistenza, a porsi un poco più […]