Tag : socialmedia

Ecology of the imaginary

Muntaka Chasant, Burning sheathed cables to recover copper at the Agbogbloshie e-waste landfill near the center of Accra, Ghana’s capital city (detail)   After this long summer break I would like to resume from the central theme of this blog. That is, from that discourse already undertaken around the images and the impact they have on the constitution of our imagery and, therefore, of our experience, determining many of our points of view and the “form” of our thinking itself. […]

Ecologia dell’immaginario

Muntaka Chasant, Burning sheathed cables to recover copper at the Agbogbloshie e-waste landfill near the center of Accra, Ghana’s capital city (detail)   Dopo questa lunga pausa estiva vorrei riprendere dal tema centrale di questo blog. Ossia da quel discorso già intrapreso attorno alle immagini e all’impatto che esse hanno nella costituzione del nostro immaginario e, dunque, del nostro vissuto, determinando molti dei nostri punti di vista e la “forma” del nostro pensare stesso. Avevo già scritto di come la […]

Immaginari colonizzati

Monoscopio Philips PM5544   Vorrei anzitutto spiegare il titolo. Si pensi alla nostra formazione generazionale, a come la nostra memoria e il nostro modo d’immaginare siano vincolati da quanto abbiamo fruito e immagazzinato segnando indelebilmente la nostra identità: il cinema, in particolare quello americano, anzi holliwoodiano, con la sua frenetica narrazione sequenziale, profondamente diverso dalle produzioni europee, vi è poi il cinema nazionale, ma, se pensiamo a un suo impatto culturale su larga scala, dobbiamo necessariamente riferirci alla cosiddetta “commedia […]

Two or three things about the blog

Although linked to my site, it is not my intention to make this blog a promotional tool of my painting production. Instead, it wants to support my research, which I have never understood only as a visual expression, with a series of reflections on the language of images and on the historical-cultural context of which my generation, whether it wants it or not, must be considered legitimate or illegitimate daughter. I am obviously referring to the postmodernity within which we […]