Tag : boullée

Dal postmoderno all’altermodernità 6

Peter Greenaway, Nightwatching, 2007 Seminario tenuto il 7 novembre 2020 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, all’interno del ciclo dal titolo Interventi attorno Chiari   Il cinema postmoderno Certamente un esempio cinematografico eccellente di quelli che sono i canoni postmoderni è da rintracciarsi nell’opera del cineasta inglese Peter Greenaway. A parte rari casi di vicende più narrative, la gran parte della sua produzione si costituisce come continua citazione pittorica, tanto che lo spettatore, in assenza di comprensione di […]

Dal postmoderno all’altermodernità 5

Carlo Maria Mariani, The city 1, 2001 (particolare) Seminario tenuto il 7 novembre 2020 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, all’interno del ciclo dal titolo Interventi attorno Chiari La pittura postmoderna In quegli anni, infatti, vi è un prepotente ritorno della pittura, che negli Stati Uniti si espresse proprio nella forma di uno spinto Iperrealismo, mentre in Europa assumerà i caratteri del citazionismo tipici della postmodernità e che avrà uno dei suoi massimi esempi nell’italiana Transavanguardia (5), gruppo […]

Dal postmoderno all’altermodernità 4

Seminario tenuto il 7 novembre 2020 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, all’interno del ciclo dal titolo Interventi attorno Chiari   Le influenze nell’immaginario diffuso Come noto gli anni Sessanta videro con i Beatles il sorgere della musica Pop Rock, a riprova di quella vocazione popolare dell’intera Epoca Contemporanea sin dal suo sorgere. È, infatti, all’interno di quest’ambito che si verificò un altro di quei cortocircuiti tipici di quest’epoca: se nel corso degli anni venti del Novecento Edgar […]

Dal postmoderno all’altermodernità 3

Seminario tenuto il 7 novembre 2020 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, all’interno del ciclo dal titolo Interventi attorno Chiari   Il processo di astrazione Nelle arti visive le neo-avanguardie si manifestarono con le cosiddette correnti fredde, cosi definite perché caratterizzate dall’abbandono dei mezzi classici del fare artistico e che in Duchamp, e nel suo ready-made del 1914, vedevano certamente un precursore. In quel 1914 Duchamp si limitò ad esporre all’interno di una galleria un comune scolabottiglie, dunque […]

2 – The process of abstraction in the contemporary age

Piero della Francesca, Nativity, 1460-1475 (detail)   In 1925 Franz Roh (1890-1965) theorized Magic Realism (Nach-Expressionismus – magischer Realismus: Probleme der neuesten europäisches Malerei, Leipzig, Klinkhardt & Biermann), stating that painting had the task of opposing the vague and demonic flow of existence. The pictorial representation therefore had to crystallize the volumes, making them solid, immutable and timeless. The works belonging to Magic Realism, and to the previous pictorial experiences that generated it (Metaphysics in particular), owe that sense of […]