Tag : duchamp

Dal postmoderno all’altermodernità 2

Seminario tenuto il 7 novembre 2020 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, all’interno del ciclo dal titolo Interventi attorno Chiari   Il pensiero postmoderno   1883-85 Così parlò Zarathustra. Un libro per tutti e per nessuno 1896 Materia e memoria di Bergson 1899 L’Interpretazione dei Sogni di Freud 1905 Die Brücke (Espressionismo) 1907 Cubismo 1909 primo manifesto del Futurismo 1910 ca. Astrattismo 1913 Costruttivismo Russo 1914-18 Prima guerra mondiale 1916 Dadaismo 1913 Dalla parte di Swann di Marcel […]

Dal postmoderno all’altermodernità 1

Seminario tenuto il 7 novembre 2020 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, all’interno del ciclo dal titolo Interventi attorno Chiari   L’Epoca Contemporanea Vorrei iniziare da alcune osservazioni sull’opera di Chiari (Giuseppe Chari 1926-2007), per la quale sono irrinunciabili i rimandi all’esperienza New Dada, con particolare riferimento alla ricerca di Rauschenberg (Robert Rauschenberg 1925-2008), la quale, a sua volta, guarda al Dada originario e agli assemblage di Schwuitters (Kurt Schwitters 1887-1948) e ad alcune delle esperienze pre-concettuali di […]

The Altermodern failure

In Radicant, published in 2009, the French art critic Nicolas Bourriaud tries to construct an essayistic path aimed at identifying the new cultural routes that characterize the new millennium, putting it as a response to the current practices of globalizing capital and finding a possible solution in the practices implemented by some contemporary artists. In it he introduces the term Altermodern, indicating the current historical period, whose assumptions date back to the nineties of the previous century. As Bourriaud writes, […]

Il fallimento Altermoderno

Ne Il radicante, edito nel 2009, il critico d’arte francese Nicolas Bourriaud cerca di costruire un percorso saggistico volto all’individuazione delle nuove rotte culturali che caratterizzano il nuovo millennio, ponendolo come risposta alle attuali pratiche del capitale globalizzante e trovando una possibile soluzione nelle pratiche messe in atto da alcuni artisti contemporanei. In esso introduce il termine Altermoderno, a indicazione dell’attuale periodo storico, i cui presupposti risalgono agli anni Novanta del secolo precedente. Come scrive Bourriaud il prefisso ‘alter’ pone […]

2 – The process of abstraction in the contemporary age

Piero della Francesca, Nativity, 1460-1475 (detail)   In 1925 Franz Roh (1890-1965) theorized Magic Realism (Nach-Expressionismus – magischer Realismus: Probleme der neuesten europäisches Malerei, Leipzig, Klinkhardt & Biermann), stating that painting had the task of opposing the vague and demonic flow of existence. The pictorial representation therefore had to crystallize the volumes, making them solid, immutable and timeless. The works belonging to Magic Realism, and to the previous pictorial experiences that generated it (Metaphysics in particular), owe that sense of […]

2 – Il processo di astrazione nell’età contemporanea

Piero della Francesca, Natività, 1460-1475 (particolare)   Nel 1925 Franz Roh (1890-1965) teorizza il Realismo Magico (Nach-Expressionismus – magischer Realismus: Probleme der neuesten europäisches Malerei, Leipzig, Klinkhardt & Biermann), affermando che la pittura ha il compito di contrapporsi al vago e demoniaco fluire esistenziale. La rappresentazione pittorica doveva dunque cristallizzare i volumi, renderli solidi, immutabili e atemporali. Le opere appartenenti al Realismo Magico, e alle esperienze pittoriche precedenti che lo generarono (Metafisica in particolare), debbono quel senso di inquietudine alla […]